Psicosi da Coronavirus

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

C’è una valanga d’informazione su questo virus, c’è una valanga di notizie, precauzioni da prendere, addirittura modi alternativi per tossire, io conoscevo quello classico della mano d’avanti la bocca, invece no, serve il gomito piegato, altrimenti sembra sia più trasmissibile.

Comunque con questo pezzo non voglio darvi ulteriori questioni da dibattere o strumenti precauzionali su come comportarvi per attenuare la psicosi da virus, fra l’altro sono il meno indicato visto che mentre scrivo ho qualche colpo di tosse e ho già avuto giorni fa una leggera influenza con la febbre, quindi statemi alla larga se siete affetti da psicosi.

Comunque i motivi per cui non ne voglio parlare principalmente sono questi:

 

– 1. Informatevi sui canali ufficiali (ho lasciato un paio di link sotto)

– 2. E’ un’influenza che finora ha avuto un impatto molto blando in termini di decessi.

– 3. C’è una psicosi collettiva fomentata dai media e dalla speculazione come mai si è visto prima d’ora.

– 4. Se volete sapere come comportarvi, leggete Manzoni e Boccaccio, ma soprattutto cercate di capirli. (qui comunque c’è una bella descrizione del tema)

– 5. Cosa ci saremmo dovuti aspettare se il mondo lo abbiamo fatto diventare una discarica?

… se non vi bastano questi 5 punti, ecco l’ultimo…
– 6. Di qualcosa si dovrà pur morire … o no?

Foto di _freakwave_ da Pixabay
Foto di _freakwave_ da Pixabay

A mio avviso questo atteggiamento globale nei confronti di quanto ancora non si conosce è fuori da qualsiasi ragionevole dubbio, una psicosi assoluta, a tratti assurda, già piena di fake news, di speculazioni per business eclatanti, l’amuchina che in certi casi costa più dell’oro, le mascherine che non si trovano quasi più ed, ironia della sorte sembra che siano prodotte per la gran parte proprio nella zona dove si è innescato il focolaio in Cina.

La gente è iper connessa allo smartphone, il quale se osserviamo proprio i dati di cui oggi sembriamo del tutto dipendenti, fa morire di più di qualsiasi virus letale.

Mi sto ponendo da ore questa domanda, quanti morti causa l’utilizzo inappropriato degli smartphone rispetto a questo nuovo virus? In quanti se ne fregano di non rispondere ai messaggi o a postare video in diretta magari proprio mentre sta guidando?

Foto di cloney da Pixabay
Foto di cloney da Pixabay

Non chiedetemi che cosa c’entri questo con il virus, perché la risposta sarebbe una sola. Fa più morti il telefono! Mi sto rendendo conto di una cosa sola, che è molto triste, siamo sempre meno connessi alla vita reale.

 

Questo dovrebbe bastare, per lo meno a chi è più intelligente di me a capire di ridimensionare la questione e dargli la giusta valenza, almeno con i dati che si hanno per ora.

 

Tuttavia per cercare di essere costruttivo metto a seguire i link che ho trovato in rete riguardo alle precauzioni da usare. 

Mi raccomando però, leggetele in sicurezza.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Commenti di Facebook

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.