Passignano sta lì adagiata sulla riva destra del lago Trasimeno, è raccolta in una tranquilla atmosfera di paese. 

 

E’ facile da li innamorarsi dei tramonti dolci, oppure rimanere semplicemente ammaliati dalla dolcezza delle sue acque.

 

Sembra sia il riposo mesto da una danza leggera, fatta di piccoli passi, immersa nella natura, stravaganza e dolcezza, ispiratrice di versi e di canzoni, proprio in questo lido ha preso spunto Franco Migliacci per il testo della canzone interpretata successivamente da Fred Bongusto “Una rotonda sul mare” che contribuì anche alla visione poetica di un altro luogo dolcemente inebriante della costa adriatica, Senigallia.

Quattro passi a Passignano a prima sera.
Quattro passi a Passignano a prima sera.

Questi spazi, curati e ben tenuti, regalano sensazioni di tranquillità, il vento leggero accarezza i pensieri, rilassa. 

Il tramonto sul lago fa risplendere di luce gli occhi di chi sa guardare la semplicità fantastica di una luce che si accende di toni rossi fra le nuvole, pensieri confusi e precisi trovano spazi di felicità in questo ambiente straordinario.

Proprio in questo luogo, non a caso c’è l’ambiente giusto per i tanti uccelli che vengono a svernare, caratterizzandone la vita faunistica anche nella stagione fredda, a volte sono visibili addirittura i fenicotteri rosa.

 

Tramonto sul lago Trasimeno
Tramonto sul lago Trasimeno

La passeggiata nel lungo lago di questo borgo è stata allungata e resa percorribile fino ed oltre ai vecchi Hangar della SAI, dove venivano costruiti gli aeroplani nel periodo delle guerre mondiali.

 

Tornando verso il borgo, il centro storico risulta delicatamente vivido, le vetrine delle ceramiche e delle terrecotte d’autore sono la nota di colore che si alternano fra le edicole e le verande dei bar, eleganti creando l’atmosfera per una serata passata con dolcezza e in tranquillità.

 

La torre dell’orologio, bella e complessa costruzione del XIII secolo è fra gli ultimi edifici ad abbandonare la luce del sole, insieme alla rocca, quell’orologio inizia gli ultimi rintocchi della sera, il paese cambia volto, ma rimane tranquillo, qualche gruppetto fa l’aperitivo nei bar, do uno sguardo al lago, che riflette le luci dei lampioni, in lontananza l’isola maggiore sembra scomparire al buio.

La passeggiata che arriva fino alla vecchia zona Hangar del SAI
La passeggiata che arriva fino alla vecchia zona Hangar del SAI

Piano piano la passeggiata si spopola e gli unici suoni sono quelli delle barchette, ormeggiate, e delle macchine di passaggio. 

 

Inizia a riposare Passignano, come una bella donna elegante convinta del suo fascino, decisa e sensuale, capisco perché la chiamano proprio la “Perla del Trasimeno”, me ne torno a casa con una bella sensazione.

I contrasti del tramonto sul lago trasimeno
I contrasti del tramonto sul lago trasimeno
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Commenti di Facebook