la luna fotografata da Camille Relvas in Brasile

Se fossi sulla Luna

Camille Relvas mi ha mandato dal Brasile questa poesia che pubblico per tre motivi. Il primo perché il titolo racconta in parte anche come sono, cioè spesso sulla Luna, il secondo perché emana dolcezza, ed il terzo, perché oggi c’è la superluna. 

A seguire il pezzo in italiano e portoghese. 

(la foto di copertina è di Camille, l’ha scattata in Brasile.

La foto della Luna è di Sauro Falzetti, l'ha fotografata poco fa, cade a fagiolo per il pezzo, grazie.
La foto della Luna è di Sauro Falzetti, l'ha fotografata poco fa, cade a fagiolo per il pezzo, grazie.

“Se io fossi sulla Luna”

 

Se io fossi sulla Luna 

Guarderei la Terra con i miei occhi

Con lo sguardo argenteo 

ammirerei tutte quelle luci

Che sono state inventate dall’uomo

Prestate da loro,

Proprio come il Sole 

Che presta alla luna la sua luce 

Senza aspettare per la ricompensa.

Da lontano, non la tocca, l’ammira.

L’uomo sulla Luna fece un passo 

esplorativo, segnante, invadente. 

Dalla Terra, vedo:

Cos’è stato, cos’è adesso.

Quante impronte di civilizzazione 

Quante perplessità

La Terra e la Luna

Hanno i loro giorni di buio

Ma possiamo ricordare le loro bellezze 

Anche quando arriva l’oscurità. 

Due facce

Chiara e scura 

Esposta, nascosta

Visibile, invisibile

Sempre presente 

Anche senza percepire 

Ricorda che l‘unica luce

Che è davvero importante

Che ci fa ogni istante, 

Dubitare di tutto, 

È la luce della conoscenza.

 

Camille Relvas.

 

“Se Eu Fosse à Lua”

 

Se eu fosse à Lua

Olharia para a Terra 

Com o olhar argênteo

admiraria todas aquelas luzes

Que foram inventadas pelo Homem

Emprestadas a ela. 

Assim como o Sol

que para a Lua sua luz empresta

Sem esperar recompensa 

De longe, não a toca, a admira. 

O Homem na Lua pisou 

Explorou, invadiu, marcou. 

E na Terra, vejo:

Assim foi, assim é. 

Quantas marcas da civilização 

Quantas perplexidades. 

Terra e Lua

Têm seus dias de escuridão

Podemos saber de suas belezas

Mesmo quando a penumbra chega. 

Duas faces:

Clara, escura 

Exposta, escondida 

Visível, invisível 

Sempre presentes

Mesmo sem enxergá-las 

Lembra que a única luz 

Que importa realmente

Que nos faz duvidar 

de tudo, a cada momento, 

É a luz do conhecimento.

 

Camille Relvas.

 

 

Camille Relvas
Camille Relvas
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Facebook Comments

3 commenti su “Se fossi sulla Luna”

  1. Buongiorno! Molta sensibilità nella poesia.
    E da ieri mattina io sono incantata letteralmente al vedere e sentire il posto in cui tu sei spesso. Magica per me! Tutte le volte, ma quando è così lucente, d’oro e grande, parto!

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.