fbpx

realpolitik

Hanno cambiato l’intera rosa dei simboli politici in un istante. E adesso dicono che le vecchiette possono essere tratte in errore! E’ il massimo dell’assurdo. Io sono stanco di questa gente, i partiti, i loro simboli vanno bene !!!

Sono le persone che devono essere cambiate, eclissate e sostituite con gente giovane!

Menti fresche!

Sì perchè mentre, per fare un esempio di moda, in America cambiano i candidati perdenti, qui cambiamo solo i simboli perdenti. E’ da matti! Dalla prima alla seconda repubblica in Italia a conti fatti sono cambiati solo i simboli.

Ma non vi viene mai il dubbio, signori dei partiti, che forse proprio i leaders and company siano impresentabili? Non vi sfiora nemmeno da lontano questa cosa?

Sono i simboli a dover cambiare ?

Facciamo come quelle famiglie che soffrono la crisi del “settimo anno” e invece di porre rimedi, anche drastici, riarrediamo il salotto! Noi, sembra che coi partiti abbiamo questo rapporto.

Ci stanno sul c…o i loro rappresentanti? Gli mettiamo un vestito nuovo. Guardate il Cav. per esempio; un logo e una sciarpetta da pappone e via “vola” verso la riconquista del Paese. Per par-condicio anche il W nazionale fa lo stesso, un paio di ragazzi ma anche un ex democristiano, un operaio ma anche un radicale, i candidati. Bilanciati perfettamente.

Credo che la rosa politica italiana sia proprio unica nel suo genere. Si cambiano i nomi dei partiti, i loro loghi quando le persone sono sempre indiscutibilmente le stesse. La par-condicio degli intoccabili. Sempre loro, solo loro. Poi è fantastico che dopo aver creato partiti e simboli in nemmeno 3 mesi, ci si rende conto che “magari la vecchietta potrebbe avere confusione nel vedere la nuova scheda elettorale”.

Credo che anche le vecchiette d’Italia siano stufe di essere prese per il culo!

In Italia sono sempre quelli, fanno solo un restyling, poi via di corsa con la nuova faccia a vista.

E noi italiani ce lo riprendiamo sto Paese o abbiamo deciso già di regalarglielo?

Commenti di Facebook
#

No responses yet

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Marco Costarelli - Logo -
Perché questo blog

Questo blog è nato per la passione di assaporare, vivere e mettere a frutto esperienze, di cose, di luoghi ma soprattutto di persone, che ho potuto incontrare, percorsi che ho battuto, da solo o insieme ad altra gente.

Sono appassionato di arte, ogni tanto dipingo, “invento” oggetti, qualche cimelio provo a restaurarlo.

La mia passione grande che provo a condividere in questo blog, è quella del racconto anche attraverso le immagini.

Ho una grande passione per la cucina di territorio e per i prodotti identitari e rispetto chi, senza ipocrisie li tutela, perché sono una grande forma d’arte.

Sono in grado di stilare progetti e strategie di comunicazione integrata, conosco i meccanismi del Marketing Territoriale, perché è lo strumento con cui riuscire a condividere al meglio l’unicità che hanno determinati paesi, luoghi e paesaggi, che spesso visito per meravigliarmi della loro essenza semplice e straordinaria.

Ho redatto progetti importanti che hanno raggiunto gli obiettivi prefissati.

Ho la ferma convinzione che le “identità particolari” siano qualcosa di prezioso da tutelare e proteggere finché saremo in tempo a farlo.

La tecnologia ci da la possibilità di essere tutti più connessi, ma troppo spesso oramai, ci fa dimenticare la sostanza delle piccole cose, dove si cela, viceversa, la bellezza e la forza meravigliosa del racconto.

Community
  • Marcello
  • Nicolò Bertolini
  • Riddhi Chitalia
  • alemarcotti
  • Giovanni Augello
  • Francesco Marchetti
  • Saimon
  • silviacavalieri
  • MarcoCostarelli
  • Carlo
Categorie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: