fbpx

 

“La gatta sul tetto che osserva” di Marco Costarelli

 

Trovare una ragione dentro se stessi è tutt’altro che semplice. Capire cosa siamo e dove indirizzare la propria vita è tremendo ma essenziale; me ne rendo conto adesso di quanto lo sia. Mi guardo dentro e sembro un gatto che osserva un uomo da dietro le persiane della finestra. Curioso ed allo stesso tempo intimorito.

Troppo spesso la merda della società in cui siamo sommersi ci viene apparecchiata e riproposta a ciclo continuo, finché quel modo errato, deviato, consumista e sterile di osservare il mondo, tramuta in un becero “modus operandi” usato come metro di lettura per intendere i rapporti interpersonali e gli affetti. Così l’ipocrisia è la tendenza più diffusa, disfa interi popoli, ricambia assetti societari, elegge governi, controlla i popoli.

Nella generazione dei “social network” tutti comunicano ma nessuno dialoga più.

A volte capita, soprattutto per questi motivi, di voler essere soli a tutti i costi, a volte capita di stare soli anche in mezzo a tutta questa gente.  Troppo spesso si perdono attimi infiniti alla ricerca di una felicità illusoria. Intanto il mondo crolla sotto il peso di quattro stronzate. Alla fine rimani a combattere i mostri che hai dentro da solo, perché questo diviene l’unico modo per sperare di tornare ad essere qualcosa più di prima.

E’ una guerra con me stesso che ho sempre rinviato, ma che ora, la stessa inizia a dar segnali di un arrivo imminente.

Sorrisi rivolti al cielo, cercano una stella cadente. Messaggi mai scritti che inondano l’Universo di passioni, desideri e buone intenzioni. La felicità di andare “contro corrente”, avendo la sicurezza di trovare qualcuno disposto ad ascoltarti, un’amicizia gratuita, senza tornaconto, che ti sta a sentire anche quando divento logorroico.

Quella vita che non ti aspetti, prima o poi sboccerà e in tutta la sua  radiosa bellezza!!

Commenti di Facebook

4 Responses

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Marco Costarelli - Logo -
Perché questo blog

Questo blog è nato per la passione di assaporare, vivere e mettere a frutto esperienze, di cose, di luoghi ma soprattutto di persone, che ho potuto incontrare, percorsi che ho battuto, da solo o insieme ad altra gente.

Sono appassionato di arte, ogni tanto dipingo, “invento” oggetti, qualche cimelio provo a restaurarlo.

La mia passione grande che provo a condividere in questo blog, è quella del racconto anche attraverso le immagini.

Ho una grande passione per la cucina di territorio e per i prodotti identitari e rispetto chi, senza ipocrisie li tutela, perché sono una grande forma d’arte.

Sono in grado di stilare progetti e strategie di comunicazione integrata, conosco i meccanismi del Marketing Territoriale, perché è lo strumento con cui riuscire a condividere al meglio l’unicità che hanno determinati paesi, luoghi e paesaggi, che spesso visito per meravigliarmi della loro essenza semplice e straordinaria.

Ho redatto progetti importanti che hanno raggiunto gli obiettivi prefissati.

Ho la ferma convinzione che le “identità particolari” siano qualcosa di prezioso da tutelare e proteggere finché saremo in tempo a farlo.

La tecnologia ci da la possibilità di essere tutti più connessi, ma troppo spesso oramai, ci fa dimenticare la sostanza delle piccole cose, dove si cela, viceversa, la bellezza e la forza meravigliosa del racconto.

Community
  • Marcello
  • Nicolò Bertolini
  • Riddhi Chitalia
  • alemarcotti
  • Giovanni Augello
  • Francesco Marchetti
  • Saimon
  • silviacavalieri
  • MarcoCostarelli
  • Carlo
Categorie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: