fbpx
Ieri, leggo qui uno che mi dice “perchè non TI candidi per le elezioni a Matelica?”
Io ho risposto così: “Non MI candido perchè nessuno ha richiesto la MIA candidatura.”

Ovviamente la richiesta non è arrivata da nessuna parte politica. Siccome, fra le altre cose, non ho sete di potere locale o voglia di quel tipo di protagonismo (politico intendo), non ci tengo ad autocandidarmi come invece fa la maggior parte dei politici qua attorno! Poi non sono un politico, semmai sono uno che cerca di essere indipendente dai pensieri imposti alla massa, questo si! Mi rifiuto di pensare che anche le proteste siano controllate e create “ad hoc”, come una valvola di sfogo che devi dare alla gente per sottometterla meglio al potere di pochi.

Mi ritengo ingiustamente penalizzato per una cosa che ho fatto con passione per 7 anni e che, per volere di qualcuno accecato di invidia che avrebbe desiderato spazzarla via, ho dovuto salvare il salvabile.

Per il resto non nego che anche se era estenuante fare la rassegna soprattutto mi divertivo a farla. Tutta la fase di progettazione era abbastanza estenuante, specialmente perché nemmeno era pagata, ma poi, non nascondo che salire sopra quel palco, attorniato da ragazzi che provenivano (per volere di qualcuno il passato è d’obbligo) da tutta l’Italia dimostrando di saper fare e costruire qualcosa, mi dava una forza e una contentezza unica. Sapevo che stavo facendo, io e gli altri, una cosa importante, soprattutto sensata, che offriva motivazioni sane ai ragazzi, che mostrava la parte buona della scuola italiana !
Che in Italia non ci sono solo ragazzi che insultano e professori pedofili!
Che ci sono delle scuole in Italia che non sono marce !
Anzi sono un esempio da seguire !!! (… in fondo queste per me sono delle motivazioni politiche, ma non interessano a quei politici perchè loro hanno cose più importanti da fare!)
Su questo riconosco di aver sofferto di protagonismo !
E nonostante la politichetta locale ci siamo riusciti !
E ad essere sincero quel “Protagonismo” mi manca molto !!!

Invece il “protagonismo da sete di politica locale” proprio non m’interessa!

Un politico secondo me è chi sa scegliere non chi rivendica cose non sue! Un politico non è un tuttologo, ma un uomo che ha il dovere civico e morale, se eletto, di scegliere secondo coscienza i progetti più adatti per il bene della città e le persone in grado di sostenere e ampliare queste scelte.
Soprattutto un politico in democrazia, viene candidato dalla gente e non si candida da solo e poi viene eletto sempre dalla gente e non si elegge da solo. Una volta eletto fa attività di servizio verso tutta la cittadinanza.

…questo è solo il mio pensiero.

(p.s.: noto con piacere che il blog è abbastanza frequentato, non so perchè tuttavia in pochi commentano. Mi piacerebbe che la gente iniziasse a commentare i pezzi per innescare un dialogo)

Commenti di Facebook
#

2 Responses

  1. Mi spiace non essere potuta intervenire alla Rassegna, so che è stata un successo (e non avevo alcun dubbio in merito!) e ne sono contentissima, complimenti!
    Purtroppo un difetto di noi italiani è quello di buttar via le cose sensate per dare spazio alle stupidaggini perciò non sorprenderti delle critiche né che ti abbiano penalizzato per aver lavorato tanto e con sacrificio a un progetto intelligente, formativo ed anche divertente…

    Piuttosto… continua a costruire questo evento sulla base di quanto avete già fatto, un pugno di politichetti che si credono chissà chi non possono certo avere la meglio sulla voglia di centinaia di ragazzi di confrontarsi e di imparare…

    Ciaooooooo!!!

  2. A proposito del PS: ti ho aggiunto al mio blogroll…forse non parliamo degli stessi temi, ma così magari ti passo qualche mio lettore….e magari nasceranno delel belle discussioni…. 🙂

La tua opinione è importante, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Marco Costarelli - Logo -
Perché questo blog

Questo blog è nato per la passione di assaporare, vivere e mettere a frutto esperienze, di cose, di luoghi ma soprattutto di persone, che ho potuto incontrare, percorsi che ho battuto, da solo o insieme ad altra gente.

Sono appassionato di arte, ogni tanto dipingo, “invento” oggetti, qualche cimelio provo a restaurarlo.

La mia passione grande che provo a condividere in questo blog, è quella del racconto anche attraverso le immagini.

Ho una grande passione per la cucina di territorio e per i prodotti identitari e rispetto chi, senza ipocrisie li tutela, perché sono una grande forma d’arte.

Sono in grado di stilare progetti e strategie di comunicazione integrata, conosco i meccanismi del Marketing Territoriale, perché è lo strumento con cui riuscire a condividere al meglio l’unicità che hanno determinati paesi, luoghi e paesaggi, che spesso visito per meravigliarmi della loro essenza semplice e straordinaria.

Ho redatto progetti importanti che hanno raggiunto gli obiettivi prefissati.

Ho la ferma convinzione che le “identità particolari” siano qualcosa di prezioso da tutelare e proteggere finché saremo in tempo a farlo.

La tecnologia ci da la possibilità di essere tutti più connessi, ma troppo spesso oramai, ci fa dimenticare la sostanza delle piccole cose, dove si cela, viceversa, la bellezza e la forza meravigliosa del racconto.

Community
  • Marcello
  • Nicolò Bertolini
  • Riddhi Chitalia
  • alemarcotti
  • Giovanni Augello
  • Francesco Marchetti
  • Saimon
  • silviacavalieri
  • MarcoCostarelli
  • Carlo
Categorie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: