Archivi categoria: territorio

… ricominciamo !!!

foglio in bianco

… un certo “non omologato” e credo di aver capito chi sia in realtà, ha scritto in un forum di un sito locale un pezzo che voglio riportare qui di seguito. Lo ringrazio infinitamente per il sostegno… anche se il pezzo è un po’ forte.

Caro Marco probabilmente non mi riconoscerai dal nick ma se leggi bene capirai subito chi sono. Ti ricordi i nostri discorsi sulle panchine o in giro per il paese a parlare di musica della scuola? Ti ricordi che ti dicevo che sei stato in grado di regalare il tuo sogno a migliaia e migliaia di bambini e ragazzi di tutta Italia che oggi conservano un bellissimo ricordo di te? Ti ricordi che ti arrabbiavi come una jena al solo pensiero di non poter più fare musica della scuola a matelica? Beh prima o poi c’era da aspettarselo. Sai benissimo che matelica è una terra che ripudia i propri figli a favore dei figli degli altri. Sai benissimo che altre città farebbero carte false per avere la TUA manifestazione come evento culturale/turistico di punta. E sai benissimo che nessun altro a matelica riuscirebbe a riprodurre tale manifestazione come la fai tu. Perchè tu ci hai sempre messo la passione tralasciando ogni tipo di discorso economico. Il tuo compenso più grande è sempre stato quello di vedere il sorriso dei bambini che cantavano e che lavoravano ad un progetto. Stavano crescendo e imparavano con la musica grazie a te. Ora matelica ha scelto di non guardare al di là del proprio naso e di fermarsi prima. Ha scelto di cancellare quel sorriso di quei bambini festanti sopra un palco nel loro momento di gloria che tu gli regalavi. Tu capisci che ideologicamente cancellare il sorriso e il sogno di un bambino significa essere proprio un gran pezzo di merda. La tua città lo ha fatto. La mediocrità della tua città si è permessa di mettere in dubbio e di non risonoscere il tuo genio. Io so quello che farai, cercherai di batterti per riportare a matelica questa manifestazione e questo ti fa grande onore. Ma io ti consiglio invece di far vedere una volta per tutte che sei al di sopra. Porta via la manifestazione , falla da un’altra parte, falla lontano da li, fai capire che un comune o una città non sono nulla senza i propri figli, mentre i propri figli sono sempre qualcuno dovunque li metti. Solo così potrai far capire quale valore è stato perso. E così devono fare tutti i ragazzi dalle belle speranze di matelica. Andate via da li non avrete mai nulla in cambio da loro. Lasciate morire quel paese e, se possibile, quando è morto tornateci per pisciare sopra la sua tomba. Non fatevi scrupoli perchè loro non se ne fanno nell’ammazzare i vostri sogni.
Ora ti lascio caro Marco e ti mando un saluto. So che comunque non mollerai e per questo i tuoi amici e chi ti vuole bene saranno sempre al tuo fianco.
Non smettere mai di sognare perchè come disse qualcuno:
“Se un uomo non combatte per i suoi sogni, o i suoi sogni non valgono nulla o non vale nulla lui”

dall’edizione dello scorso anno a Matelica. Riporto le dichiarazioni uscite a mezzo stampa !!!

cosa è stato

Grande Festa finale

Teatro Piermarini esaurito per la conclusione della rassegna “Musica della Scuola”

MATELICA Aprile 2007- Percussioni, violini, un coro e una band tutti insieme sul palco. Più di 120 ragazzi sabato sera hanno cantato la sigla della 13′ rassegna “Musica della Scuola” di Matelica. Un bellissimo quadro dipinto all’interno della straordinaria cornice di un teatro Piermarini che non aveva mai ospitato tanta gente. Liberi di cantare, liberi di suonare, liberi di esprimersi, in teatro ma ancheper le vie del centro, come è avvenuto sabato pomeriggio. E’ la chance che questa rassegna offre agli studenti di tutta Italia. E le scuole hanno risposto alla grande presentando progetti molto interessanti. A cominciare dai piccoli violinisti di Bisceglie che si sono aggiudicati la vittoria tra le scuole elementari con “lezioni di violino”. Per le medie ha vinto Olgiate Olona (Varese), mentre tra gli istituti Superiori ha avuto la meglio Sassuolo (Modena).

Tra gli ospiti c’era anche Franco Vitale, dirigente generale del Ministero dello Sviluppo Economico.

Come ha trovato questa rassegna?

“Inaspettatamente splendida. Meriterebbe di più, maggiore attenzione da parte delle autorità. Pensate che prima di quest’anno io non ne avevo mai sentito parlare e mi occupo di turismo da tanti anni. Ho visto tante rassegne, ma poche di questo livello. Non è possibile che certi festival delal canzone leggera abbiano tanta risonanza e invece un festival come questo che fa crescere i giovani sia così poco conosciuto. Anche perchè la qualità è molto alta.”

Cosa le è piaciuto in particolare?

“Tutti gli aspetti, dall’organizzazione, visto che con pochi mezzi a disposizione si riescono a fare grandi cose, all’attività svolta dai ragazzi, dagli insegnanti e dai dirigenti scolastici, che hanno permesso di svolgere questi progetti molto impegnativi. I risultati educativi sono strepitosi”.

Le esibizioni che l’hanno colpita di più?

“Purtroppo sono arrivato solo venerdì, non ho visto tutte le scuole e mi dispiace non essermi potuto godere questo bellissimo festival dall’inizio alla fine. Mi hanno colpito i ragazzi dell’Alfa 4 di Roma e tra le scuole in gara la Big Band di Vieste. ma sono rimasto letteralmente affascinato dalla performance dei ragazzi della terza elementare di Bisceglie: hanno suonato il violino in maniera eccezionale. Mi ha poi stupito il fattore educativo, la disciplina di questi bambini allo stesso tempo distesi, contenti e seri. Vedere ragazzini così piccoli già consci delle proprie responsabilità è stato altrettanto sorprendente. Farò di tutto per esserci anche l’anno prossimo, sperando che questa manifestazione riceva i giusti aiuti. I giovani sono un investimento per il futuro”.

Anche il Sindaco di Matelica, Patrizio Gagliardi, chiede più aiuti per il futuro: “Spero di vedere più coinvolte tutte le istituzioni – dice – Per ora è il Comune a fare la parte del leone, ma visti i risultati che questa rassegna sta portando gli organizzatori meritano più sostegni da tutti. Siamo riusciti a sviluppare un turismo scolastico di cui ha usufruito tutta la Provincia e investire sui giovani non può che essere positivo per il futuro. La rassegna sta crescendo anno dopo anno e il livello qualitativo è diventato notevole.”

Rassegna Nazionale “Musica della Scuola” situazione assurda !!!

mds

La porto avanti da 7 anni con altri collaboratori professionisti che ci hanno dedicato tanto, ci hanno messo l’anima !!!

Dopo diversi, numerosi successi, oltre 30 istituti italiani hanno partecipato ogni anno all’evento !!! Purtroppo è sempre una guerra con le istituzioni per avere uno straccio di budget per fare il festival che secondo alcuni (molto più “colti” di me !!!) E’ il più arricchente di tutti !!!

Ma si possono risolvere i problemigravi del nostro Paese con questi approcci? Ma si può arrivare a chiedere una specie di asilo politico per un evento? dovendo anche preoccuparsi di trovare un’Amministrazione che mostri un benchè minimo sprazzo di ragionamento?

Ma ogni politico dice solo mezze parole, non si risponde più alle lettere ufficiali, non ci sono sicurezze più su nulla!

Non esistono più soluzioni semplici per i progetti importanti !! Esistono solo progetti personali per soluzioni qualunquiste utili a questo o a quel raccomandato !

Sento tutto il peso di una situazione surreale fatta solo di chiacchiere e di nessuna risposta concreta.

Vivo a metà fra l’entusiasmo procuratomi dalle scuole che mi chiedono di partecipare all’evento e l’assoluto distacco delle istituzioni che invece dovrebbero entrare in merito alla situazione appieno !!! Da una parte dovrei costruirmi una manifestazione nazionale da solo, senza gli aiuti di nessuno quest’anno, dall’altra la voglia di prendere tutti i politicanti a calci in culo, passatemi l’espressione !!!

D’altronde ad essere soli ci siamo abituati !!!

Ma ogni anno siamo sempre più soli !!!

Più le scuole vogliono tornare, vogliono partecipare (da tutta la penisola!!!) più siamo soli!

Non è giusto,ora è tempo di slogan, grandi idee assurde sbandierate in campagne elettorali inutili !

Che tristezza avere la consapevolezza di vivere una realtà di plastica!

“Le nostre vite finiscono quando taciamo di fronte alle cose davvero importanti”

strada

Questa frase è di Martin Luther King. La diceva per ovvi motivazioni legate al suo tempo.
Oggi torna attuale nei problemi legati alla nostra cittadina. Dove c’è gente che delibera senza senso, opposizione e maggioranza che vanno sempre daccordo o fanno finta di scontrarsi su cose che comunque non sono interessanti per la società.
Guardate la strada delle Valche è inutile! Una strada serve è indispensabile anzi, ma non deve collegarci con Esanatoglia ma con Castelraimondo semmai. E’ fra lì e Fabriano il problema ! Lo scopo, e quindi la tassa si può chiedere semmai per ovviare a quel problema!!! Invece no! Nessuno parla di questo scopo reale dei cittadini!!! Nessuno parla delle morti bianche in quel tratto di strada! Della donna rimasta schiacciata da un camion che gli si è rovesciato sopra in quella mulattiera sotto colle pere solo due anni fa! Dei numerosissimi incidenti meno gravi. Si fa una strada per arrivare meglio a Esanatoglia !!! E’ incredibile !!! Gente, dobbiamo svegliarci tutti, iniziare a partecipare alla vita pubblica, oggi ne abbiamo la possibilità grazie alla tecnologia ed il dovere civico e morale di farlo!!! Altrimenti è ovvio che prevalgono scelte così assurde dettate da altro. Smettete di correre senza motivo adesso! Iniziamo a documentarci. Partecipiamo !!! Solo così si rifonda una società più sana!!! Questa è vera cultura!!!
Nello specifico, io credo che non abbia alcun senso deliberare una tassa di scopo con la seguente motivazione di agevolare il collegamento con Esanatoglia se il problema è fra Camerino/Macerata e Fabriano (riporto la delibera, così leggete voi come si legifera nel locale) ma anche l’opposizione che non entra in merito ai fatti è raccapricciante!!!

FATEVI UNA VOSTRA OPINIONE NON ASCOLTATELI PIU’ DOCUMENTATEVI DA SOLI!!!! E SOPRATTUTTO FACCIAMOCI SENTIRE QUANDO E’ NECESSARIO !!!

Viva la politichetta dei sessantottini invecchiati !

lo stronzo che galleggia
La vignetta che ho ripreso da internet è di Altan e riflette il mio stato d’animo completamente!

Esprimo la mia indignazione nei confronti di chi fa la politichetta a Matelica.

Che Berlusconi sia stato assolto solo perchè s’è fatto la legge da solo lo evidenziano anche i TG nazionali, è indiscutibile. UN FATTO! Se da un lato c’è Berlusconi dall’altro c’è stato Prodi, Mastella, Dini e oggi Veltroni che stanno portando avanti una politica finta, senza contraddittorio, che non dice niente di interessante per la gente. Veltroni è uscito fuori dicendo che il problema a Napoli va risolto. Lo sappiamo tutti questo! è il come che la gente vuole sapere!!

Ho bisogno di esprimere la mia indignazione continua però riguardo tutta la politichetta locale che fa letteralmente SCHIFO!!!
La politica locale fa più schifo perchè se da un lato ci sono interessi elevatissimi (ambito nazionale) dall’altro (il locale) a volte gli interessi nemmeno ci sono, a volte c’è solo il protagonismo degli assurdi ma non capiscono questi assurdi che per quello c’è il teatro !!! Mi viene in mente una frase di V. Hugo, che dice: “C’è chi pagherebbe di suo per potersi vendere a qualcuno!”
Questa è la risultanza della politica locale soprattutto. Leggo oggi sul Carlino che si chiedono dove stanno quelli del PD a Matelica ? A Destra o a Sinistra ? Io vorrei capire dove sta il PD in Italia e che vuole? E’ di plastica tanto quanto il partito del popolo delle libertà! Oggi i simboli, i politici dal locale al nazionale, li utilizzano per coprire le loro ignoranze a 360 gradi! Ma guardate la differenza anche con gli Stati Uniti ! Li cambiano gli uomini, ma i partiti sono gli stessi!!! Qui cambiamo i simboli ma gli uomini sono sempre sempre quelli !!! Torniamo al locale. Se da una parte ci sono interessi elevatissimi, dall’altra si naviga proprio nella cacca visto che i cosiddetti politici locali fanno da galoppini a sta gente finta!!!!
Mi spiego meglio, l’opposizione a Matelica invece di chiedere dove stanno quelli del PD perchè non comincia a chiedere: “che fine farà l’albergo?” “quanto costa la comunicazione della mostra sui piceni?” “A che serve la tassa di scopo?” “Quanti turisti ci sono? (arrivi e presenze, è facile nelle marche ci stanno tre osservatori pagati per le rilevazioni a fine turistico che sono pubbliche)” E se non risultano essercene tanti di turisti arrivare a chiedere “A che serviva fare l’alberghiero?” e “A che serve tentare di costruire una struttura da 75 camere ?”. Oppure “quanto costa il comune ?” “Perchè l’acqua invece di diminuire in bolletta aumenta?” Così per i rifiuti e altro. QUESTE DOMANDE QUANDO LE FATE ???, quando prendete provvedimenti per una politica un po’ più civica che guardasse meno la TV e di più la gente????????? I giornalisti locali che fanno? Scrivono o aspettano il posto fisso in redazione???

Ombre bianche … o trasparenze ?

facce bianche

“Se non puoi demolire il ragionamento, demolisci il ragionatore”
Questa frase è di Paul Valery.

Torno in città a Matelica, faccio un giro come tutti i lunedì che il ristorante è chiuso e quindi posso permettermi di fare due passi per incontrare vecchi amici e conoscenti. Gironzolo per la piazza, quando mi viene voglia di entrare in biblioteca. Parlo un po’ con la bibliotecaria del più e del meno. E’ molto che non la incontro e, mentre sono li con lei, mi fa piacere che una maestra mi saluta e mi chiede della Rassegna. Io rispondo che non sapevo ancora niente che alcune scuole mi hanno contattato perchè volevano avere notizie per partecipare (non sono stati nemmeno inviati i volantini quest’anno!!!) poichè l’esperienza è unica in Italia e però nessuno in Comune mi aveva dato rassicurazione di nulla, anzi qualcuno per telefono mi aveva accusato di averlo pugnalato alle spalle. Come se dopo che uno manda lettere per avere risposte, e, non ha nessuna risposta scritta, quindi chiama ripetutamente per avere notizie e nessuno risponde in via ufficiale, quindi prova a ufficializzare il tutto a mezzo stampa, rendendo pubblica la cosa, allora in quel caso c’è la risposta che sei “un pugnalatore alle spalle”, quasi un “infame”. Bene prendo atto di tutto e per quanto mi riguarda rispondo che io la manifestazione la faccio dove mi danno risposte sensate all’argomento e non mi rispondono con baggianate del genere. Dico questo alla gentile maestra che mi aveva posto poco prima la domanda e aggiungo che per me questa è la logica risposta che si da a chi blatera e basta. La maestra simpaticamente ammicca e ci salutiamo. Esco e incontro due miei amici coetanei nel mio pomeriggio dedicato al “cazzeggio”. Si parla di come la nostra generazione lo prenda simpaticamente nel di dietro, quali sono i problemi della nostra età e di come li risolvono quelli che dovrebbero essere chiamati la “classe dirigente”. Nessuno che sia contento di come vanno le cose. E’ latente il malcontento. La gente non arriva più a pagare tutte le spese che obbligatoriamente deve fare! Tutti anche se vivono a Matelica lavorano fuori !!! Perché in paese non c’è un lavoro che abbia la dignità di chiamarsi tale. Chi ha un po’ di creatività viene lasciato a se stesso o in qualche caso cacciato via, o fatto chiudere dalla cosiddetta classe dirigente. C’è qualcuno che mi ha detto che i matelicesi sono masochisti e repressi, vuoi che debba, per forza di cose, cominciargli a credere !!!

… ANCORA I PICENI !!!

a bocca aperta

Riporto di seguito le delibere fatte fino ad ora per la mostra dei Piceni che partirà il 19 aprile di quest’anno. Fervono i preparativi e guardate le spese fatte fino ad ora 🙂

RIPORTO i link alle delibere

Le opinioni fatele voi !!!

Ah dimenticavo… è ovvio che il mio è un intervento interessato, poichè per la RASSEGNA NAZIONALE MUSICA DELLA SCUOLA NON C’E’ MAI UN EURO IN PIU’, con un totale di poco più di € 30’000,00 dobbiamo fare un festival nazionale, invece qui per i “PICENI” ehhh…. ma scherzi? … solo questa è cultura!!!!

PS: Mancano ancora molti atti ma non mancherò di tenervi in aggiornamento.

Tra un po’ di giorni farò il post coi costi totali.

spot “Piacere marche” (€ 4.800,00)

ufficio stampa (euro 25.000,00)

promozione su repubblica (euro 546,70)

allestimento (Euro 117.300,00)

… altro che bretella delle valche e tassa di scopo …

Poi ci vengono a raccontare che non esiste cultura di fascia “A” e cultura di fascia “B”. Oppure la più bella è che va avanti la meritocrazia!!! BRAVI!!! COMPLIMENTI!!!

FACCIO UNA DOMANDA A CHI AMMINISTRA:

COME DOVREMMO SENTIRCI DOPO SETTE ANNI CHE ARRIVANO RAGAZZI PER UN FESTIVAL CHE VALE DAVVERO IN TERMINI CULTURALI E LO HA DIMOSTRATO SEMPRE ??? PERCHE’ SIAMO SEMPRE COMPLETAMENTE SNOBBATI ????

Si può avere una risposta ???

ANCHE LA RASSEGNA IN TEORIA E’ DEL COMUNE !!! O NO?? Anzi la rassegna fin’ora, nonostante i nostri politici, è stata sempre di chi ci ha lavorato dentro, QUINDI COME MAI qui I SOLDI NON CI SONO MAI??? COME MAI PARECCHIO DEL LAVORO (PERCHE ANCHE IN QUESTO CAMPO C’E’ LAVORO), VIENE SCAMBIATO CON IL VOLONTARIATO ?? FATTO STA CHE COMUNQUE I RAGAZZI CHIAMANO LO STESSO PER LA RASSEGNA SENZA CHE VOI CI ABBIATE DATO UN EURO, LORO CHIAMANO LO STESSO!!! E SAPPIATE CHE BASTA UN TEATRO E DUE SALE PER FARE L’EVENTO!!!

POI LAMENTATEVI SE NON AVETE I FLUSSI TURISTICI IN CITTA’ !!! PROVATECI!